Cedric Dasesson

Cagliari

Cédric Dasesson usa la fotografia per raccontare di luoghi e storie che attingono dalla realtà e sfumano nell’immaginazione. Pietra, acqua, scheletri di vecchi oggetti divenuti, nel tempo, tutt’uno col paesaggio. Ombre e bianco. Forme semplici, dettagli consueti e proprio per questo solitamente inosservati. Nelle fotografie di Cédric Dasesson la materialità di elementi apparentemente “scontati” torna in primo piano, come a rivendicare la propria unicità di oggetti fisici, contingenti, sullo sfondo di scenari familiari che si dissolvono volutamente. Sono fotografie scattate in prevalenza nei dintorni del lungomare di Cagliari e della sua costa. Eppure raramente riconoscibili.

“La voglia di andare in un posto in cui non si è mai stati, la ricerca della pace e del silenzio. Un momento dedicato alla riconciliazione con la natura.”

"L'attesa, il tempo che passa e che cerco di godere in ogni attimo, incantato ad ammirare la perfezione del movimento dell’acqua, del vento che accarezza la superficie e la increspa un po'. Mi calo in un mondo nuovo, dove tutto ciò che, fino ad un attimo prima era importante, non lo è più. Siamo soli, io e l’acqua, e ci concediamo il tempo necessario per scoprirci a vicenda. Catturo delle immagini che descrivano quello che provo, lo spettacolo che ho il privilegio di guardare, e che anche senza spettatori si esibisce ogni giorno, sempre uguale, ma sempre, allo stesso tempo, nuovo. Ogni fase di questo viaggio verso il mondo sommerso è definito dal rapporto tra la luce e la profondità."

Il bianco prevale in modo dominante, come colore e anche come ricerca di una sensazione. “La luce entra in uno spazio non delimitato, si congela in un istante e permette alle forme di illustrare le proprie funzioni”, spiega lui, entrando nel merito del metodo di sviluppo dei suoi lavori. L’effetto che Cédric ricerca in ogni scatto è uno scorcio geometrico che possa bilanciare pieni e vuoti, punti e linee, ciò che è visibile e ciò che ci è dato solo immaginare. Come il movimento impalpabile di un’onda o i frammenti di pietre levigate dal mare nei secoli. Un fermo immagine su elementi di una natura in perenne movimento.

"The defeat of Perseus and Danae", ImageNation 2013

All pictures are copyright © by Cedric Dasesson  |  Official Website

share