Francesca Nicolosi

Livorno

NYC Fragments © Francesca Nicolosi

"Al ritorno dal mio viaggio a New York, non riuscivo a mostrare le mie fotografie, senza neanche un grattacielo, a quelli che volevano vedere "l'America". Dov'è lo Skyline di Manhattan? Cosa rimane della New York che abbiamo sempre visto al cinema? Ho conservato questi piccoli frammenti di realtà, o piuttosto dei fermo immagine, come preziosi elementi per evocare l'inizio di un film - forse già visto, forse ancora da girare."

Francesca Nicolosi nasce a Livorno nel 1984. Ha studiato Fotografia, Cinema e Storia dell’Arte e lavora come fotografa freelance, digital e studio assistant, post produzione. Le sue fotografie sono state esposte in alcune mostre, principalmente in Italia e Svezia, e hanno vinto premi tra cui il Concorso Internazionale "Circuito Off" presso il Festival di Fotografia Cortona on the Move con il progetto fotografico "Istanbul Traces", nel 2013. Della sua ricerca fotografica, dice "La bellezza di un soggetto non è mai assoluta, puoi trovarla in un bel sorriso, nella linea di un corpo, nella comicità, nell’inquietudine. Mi piace scoprire la bellezza di ogni cosa dandole una luce particolare, che disegni in modo insolito le cose che vedo."

"Mi sono avvicinata alla fotografia con la radicata attrazione che ho sempre avuto per le arti visive in generale. Ho iniziato da autodidatta a 20 anni studiando un vecchio libro e annotando meticolosamente ISO, tempo e diaframma per ogni scatto che facevo. Poi ho deciso che volevo studiare seriamente la fotografia e mi sono iscritta ad una vera scuola di fotografia, la Fondazione Studio Marangoni. Gli studi artistici mi hanno piano piano allontanato da un lavoro fisso, ma nel corso del tempo ho scoperto molte cose sull’arte che mi hanno fatto capire cosa voglio davvero seguire nella vita. Nei progetti personali mi dedico in particolare alla street-photography e al ritratto, ma non è molto definibile, dipende dagli stimoli che ricevo, visivi ed emotivi. Ultimamente, ad esempio, ho fatto molte fotografie di paesaggio, cosa in cui finora mi ero poco cimentata."

Da sempre vive e lavora a Livorno, "una città fotogenica dal carattere prepotente" dice, e della quale le piace fotografare il lungomai che descrive bene il suo rapporto con questa luogo, e le facce dei suoi abitanti, quelli che ci vivono da sempre e quelli che ci sono arrivati, ma che comunque "contribuiscono a rafforzare l’anima e la magia di questo posto."

"Mi piace raccontare piccole storie, spesso giro con la macchina fotografica anche nella mia città, nonostante sia sempre la stessa, nonostante possa sembrare provinciale farlo, proprio perché vorrei poter universalizzare la condizione dell’uomo ritraendo chiunque in una strada qualunque, di una città qualunque.

Livorno è per me molto fotogenica, nonostante fotografare la città in cui si è nati e cresciuti sia rischioso. Spesso, infatti, non ci si accorge di quanto potenziale ci sia, così come si rischia di osannarla troppo, perché ad essa siamo legati per affetto. La mia città, come tutte le città che hanno un porto, ha una sua personalità molto caratterizzata. E a questo contribuiscono tutte le facce, non solo dei livornesi pescatori, ma anche quelle degli stessi stranieri che qui vengono a vivere e che in modo quasi magico sembrano rafforzare quest’anima. Il fatto che ci siano molti pittori, musicisti e fotografi è forse dovuto a questo carattere prepotente."

All pictures are copyright © by Francesca Nicolosi  |  Official Website

share