Manuela Vanzulli

Brescia

Ritratti di Note © Manuela Vanzulli

Tra jazz e fotografia: sette note, tre regolazioni, comune denominatore il tempo. In una battuta, un numero imprecisato di scatti che lo fermano come a volerne catturare l'emozione armonica. Tra musica e fotografia, si aprono spazi di scambio e dialoghi sempre diversi, gli impulsi non sono mai rigidi e definiti perché il jazz ci predispone al cambiamento, essendo di per sè liquido ed in continua evoluzione. Anche uno scatto può essere improvvisazione e per colpire l'osservatore deve non solo sfiorare, ma pungere, ispirando nel profondo le relazioni empatiche dei processi percettivi.

share